Nutrizione Umana

Il corso di Nutrizione Umana, pensato per essere fruibile da tutti i ragazzi, è stata la sfida più difficile. Trattare a lezione argomenti difficili, a volte molto ostici, ma allo stesso tempo renderli semplici e alla portata di tutti gli alunni è stata una prova faticosa ma gratificante.

Il corso nato dalla mia passione per la nutrizione e per gli effetti degli alimenti sul nostro corpo, ha riguardato in modo trasversale alcuni degli argomenti di maggior interesse in nutrizione.

Un viaggio in questo enorme mondo dove spesso informazioni fuorvianti o completamente sbagliate vengono prese come modello da seguire. Diete mitologiche, o alimentazioni completamente sbilanciate prese ad esempio spesso proprio perché non si hanno le basi per capirne i punti deboli e le infondatezze.

Lo scopo di questo corso è stato quello di dare le basi per comprendere l’universo che ruota intorno al campo della nutrizione.

Anche queste lezioni erano divise in due parti, la prima di spiegazione e la seconda di dialogo e confronto, dove i ragazzi potevano porre qualsiasi domanda o dubbio.

La prima lezione ha riguardato i principi di una sana e corretta alimentazione, la nuova piramide alimentare, il BMI, in generale dei macro e micro nutrienti, dell’importanza dell’acqua e della colazione.

Nella seconda lezione, in collaborazione con la prof.ssa Pozzilli, abbiamo affrontato l’argomento più sensibile (e spesso sottovalutato) ovvero i DCA (i disturbi del comportamento alimentare).

Il terzo modulo ha riguardato Il ruolo della nutrizione nella prevenzione e nell’epigenetica e l’importanza della dieta mediterranea.

Nella quarta lezione abbiamo parlato delle principali differenze tra alimentazione onnivora, vegetariana e vegana e delle diete dimagranti più popolari (Dukan, chetogena, dieta dei gruppi sanguigni, dieta a zona, paleodieta ecc.), dei limiti di queste diete e dell’importanza di un piano nutrizionale personalizzato.

Il quinto e ultimo incontro ha riguardato l’approccio nutrizionale e l’integrazione nella pratica sportiva. Ci siamo divertiti ad utilizzare qualche formula per calcolare i fabbisogni calorici giornalieri. Ovviamente i ragazzi erano consapevoli degli assoluti limiti di queste formule.

Infine abbiamo parlato di sport e integrazione, i pro, i contro e l’importanza di affidarsi sempre ad uno specialista, come un Nutrizionista.

Grazie ai feedback positivi dei ragazzi abbiamo lavorato sempre con passione nonostante il doppio impegno mattutino e pomeridiano.

Un ringraziamento va sicuramente ai colleghi, per le idee e il supporto, alla scuola, sempre pronta e disponibile a mettere in pratica le nostre idee, e ai ragazzi per l’impegno e la passione.

Vi lascio con una frase di Ludwig Feuerbach che mi ha accompagnato nel corso della mia formazione e che spesso è conosciuta con “siamo quello che mangiamo”:

  • “la teoria degli alimenti è di grande importanza etica e politica. I cibi si trasformano in sangue, il sangue in cuore e cervello; in materia di pensieri e sentimenti. L’alimento umano è il fondamento della cultura e del sentimento. Se volete far migliorare il popolo, in luogo di declamazioni contro il peccato, dategli un’alimentazione migliore.

    L’uomo è ciò che mangia.

(Il mistero del sacrificio o l’uomo è ciò che mangia, 1862) Ludwig Feurbach.

Il corso è stato strutturato e tenuto dal prof. Stefano Cosentino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...